Privacy? Quale privacy?

Eventi

“Sono sufficienti informazioni su 70 “Mi piace” messi su Facebook per sapere più cose sulla personalità di un soggetto rispetto ai suoi amici, 150 per saperne di più dei genitori del soggetto e 300 per superare le conoscenze del suo partner. Con una quantità ancora maggiore di “Mi piace” è possibile conoscere più cose sulla personalità rispetto a quante ne conosca il soggetto.”

Michal Kosinski, ricercatore dell’università di Cambridge, ideatore dell’ algoritmo studiato per prevedere e anticipare le risposte degli individui. Kosinski è la fonte del famoso scandalo mondiale di manipolazione di dati privati da parte della società Cambridge Analytica.

Ne parleremo Giovedì sera al “Comunico, dunque sono” di Torino.

Vi aspetto.

Comunico, dunque sono. A Torino

Eventi

COMUNICO, DUNQUE SONO

Un viaggio nella comunicazione di massa tra divertimento e riflessione.
I social svolgono un ruolo importante nel mondo contemporaneo: su piattaforme come Facebook, Twitter, Instagram e molte altre avvengono moltissimi scambi comunicativi. Ma non sono gli unici giocatori in campo… giornali, TV e siti web continuano a far parte attivamente del mondo della comunicazione.

Una comunicazione spesso veloce e di rapido consumo, in pillole: oggi un
pettegolezzo su un VIP, domani uno scandalo che travolge una coppia di stelle dello spettacolo… e così via, assorbita senza filtri. O meglio, senza il filtro più importante: il pensiero critico.

Come funziona davvero la comunicazione di massa al giorno d’oggi?
Qual è la sua efficacia, e quali sono i suoi trabocchetti?
Come si evolvono, nella sfera virtuale, i rapporti umani? Come si interfacciano uomini e donne, genitori e figli?

“Comunico, dunque Sono” non è una semplice conferenza, ma una conferenza-show. Sarà un evento interattivo, in cui ogni partecipante sarà anche protagonista.

Ci vediamo a Torino

COMUNICO, DUNQUE SONO

Eventi

Venerdì 10 novembre, alle 21.00, avrò il piacere di tenere una conferenza show alla cittadella dei giovani di Aosta. La serata è organizzata dall’ associazione italiana sclerosi multipla ed è a entrata libera. L’obiettivo dell’associazione è quello di far conoscere il più possibile la propria attività e di sensibilizzare tutti noi nel sostenere la ricerca contro questa terribile malattia.
Sarò quindi lì, con chi vorrà venire, per divertirci e riflettere assieme sul mondo della comunicazione.

L’evento è vietato soltanto a chi non ama divertirsi riflettendo o riflettere divertendosi, fate voi. Tutti gli altri saranno i benvenuti.
Non sarò solo ma avrò il piacere di avere degli ospiti: i ballerini dell’associazione Spazio Tango Aosta capitanati da Granato Marisa e Luciano Tartara, la talentuosa cantante Josianne Pinet che ci rivelerà con la sua dolce e forte ugola una sorpresa e l’osservatrice Monica Di Martino che…ve lo sveleremo quella sera il “che” di Monica.

La comunicazione relazionale, l’empatia, passano necessariamente anche attraverso questi eventi.

Comunico, dunque sono?

Eventi

Venerdì sera, 24 marzo, porterò ad Aosta il mio format “COMUNICO, DUNQUE, SONO?” che tanto successo ha ottenuto a Roma. Assieme al pubblico valdostano farò quindi un viaggio reale e virtuale nel mondo della comunicazione di massa, per analizzarne aspetti curiosi e divertenti. Ci divertiremo, quindi e rifletteremo, perché per essere occorre pensare…
Ho così risposto subito all’invito dell’Agesci di tenere questa serata anche ad Aosta. Lo faccio con entusiasmo, con un fine solidaristico che a me piace tanto; l’ingresso sarà libero e il pubblico avrà l’opportunità di fare un’offerta per le numerose iniziative sociali di questa storica associazione nazionale, encomiabile per l’impegno che ci mette nel campo del volontariato sociale e dell’educazione.
Venerdì quindi ci divertiremo e rifletteremo, con un occhio anche al sociale.
Meglio di così…

A Jesolo, per una scuola più empatica

Corsi

Ieri a Jesolo, bellissima immersione nel mondo dei ragazzi, con le loro aspettative, le loro diverse personalità, la loro richiesta conscia ed inconscia di far sapere che esistono. Il dialogo con le parole, gli sguardi, i sorrisi, la gentilezza ed anche la severità. Eppoi la creatività e la fantasia che catturano i ragazzi, anche quelli apparentemente più resistenti…
Esperienza straordinaria, grazie a Progetto Angelica ed in particolare a Lucia Battiston e Paola d’Elia. La prof Federica Stoppani, carica di intensa umanità ed entusiasmo ed i suoi colleghi, attenti e curiosi ed una presenza gradita quanto speciale: quella di Jose Toffoletto che, in Veneto, assieme alle due colleghe, sta facendo un lavoro incredibile sul fronte della lotta al cyber bullismo.
Sì, la gentilezza esiste e vive tra noi

CONTRO IL BULLISMO SCELGO I COLORI

Corsi

Contro il bullismo scelgo i colori.
Bellissima iniziativa (con relativa pagina su facebook) di Progetto Angelica per combattere nelle scuole il fenomeno del bullismo.
Sono felice di far parte di questo meraviglioso progetto. Andremo nelle scuole a cercare di sviluppare nei ragazzi il senso di gruppo, di inclusione, di rispetto e di confronto. Perché il bullismo si combatte con l’intelligenza emotiva.

IL CLAUDIO CALI’ SHOW NEI FANTASTICI GIARDINI INTERNI DI VIA MARGUTTA 51/A

Uncategorized

Dopo il locale di Gianmarco Tognazzi, giovedì 2 luglio alle 21.00 il Claudio Calì show approderà nei fantastici giardini interni dello storico 51/a di via Margutta.

Saremo quindi in un luogo esclusivo, chiuso agli estranei, dove Audrey Hepburn e Gregory Peck girarono alcune mitiche scene di “Vacanze romane”.
Ragazzi, uno spettacolo di bellezza, da non perdere.

Non ce lo meritiamo, lo so. Ma in Italia funziona così…siamo raccomandati.

Prima dello spettacolo, dalle 20.00, aperitivo e degustazioni.

A giovedì!

IL CLAUDIO CALI’ SHOW ALLA TOGNAZZA

Uncategorized
Giovedì 28 maggio, il CLAUDIO CALI’ SHOW che non vi aspettate. 
Ultimo della stagione, da non perdere. Poi andrete in crisi di astinenza, lo so. Capita tutti gli anni. E allora fatevi il pieno di buonumore che poi sarà troppo tardi…
Saremo al Teatro Douze e ne siamo onorati. Assaggeremo il vino e i prodotti gastronomici della FAMIGLIA TOGNAZZI e poi…si salvi chi può.

Mi raccomando le prenotazioni, perché farò l’appello.