Comunico, dunque sono (forse)

Eventi, Riflessioni
La scienza ci dice (ma ce ne era bisogno…?) che ridere fa bene al corpo e alla mente. C’è poi l’aspetto della condivisione, della complicità, del senso di appartenenza che la risata crea tra noi. 
Ecco perché è importante potenziare il nostro senso dell’umorismo, allenandolo con una maggiore consapevolezza su cosa ci fa ridere e perché ci fa ridere.
Lo faremo martedì 7 febbraio a Roma, divertendoci e ovviamente...ridendo.
Perché il buonumore è la porta della felicità.

Amazon e i manager leader

Corsi, Eventi

Parlando con i miei amici di come si possa descrivere Amazon Prime, dico che è un servizio in cui dopo due secondi dal “click” sulla tastiera del computer il corriere suona al citofono.
Una battuta che non va tanto lontano dalla realtà visto che le consegne avvengono generalmente entro 24 ore dall’ordine.
Dietro quel click e il citofono a stretto giro, c’è il DNA di Amazon fatto
necessariamente di relazioni interpersonali, concentrazione e gestione del tempo da parte degli operatori di magazzino e dei manager.
Un mondo fatto di preparazione professionale fuori dal comune.
Un mondo che da qualche anno conosco bene perché sono consulente individuale e di gruppo di manager di Amazon.
Si lavora sulla leadership, sulla comunicazione relazionale, sulla gestione dei carichi di lavoro e lo si fa con entusiasmo e ambizione, perché non bastano le competenze tecniche per muoversi adeguatamente in un contesto in cui l’intelligenza emotiva è, come ovunque del resto, fondamentale.
I manager di Amazon lo sanno e si allenano quotidianamente, perché dietro a quel click e all’arrivo del corriere c’è il mondo della comunicazione. Ci sono il team e le persone.

E non faremo le mummie

Consulenze, Corsi, Eventi


Il 21 e 22 ottobre sarò a Torino al Museo egizio. Per visitarlo? Anche, visto che si tratta di uno dei più importanti siti mondiali dedicati al mitico antico Egitto e che vengono a visitarlo persone da ogni parte del mondo. Ma non sarò lì “soltanto” per questo. La Gfg Consulting della geniale e intraprendente #SabrinaSchemani, ha organizzato un evento di prestigio (l’ennesimo) valido come aggiornamento obbligatorio di legge per gli amministratori di condominio e, come spesso accade, ha pensato a me per parlare dell’importanza della comunicazione relazionale per questa figura professionale.
Oltre a me interverranno fior fiori di esperti nei diversi ambiti in cui si muove il professionista delle convivenza condominiale, per una due giorni che, come è nello stile della #Gfgconsulting, vivrà momenti di approfondimento professionale intrisi di divertimento, leggerezza e condivisione.
Perché gli eventi organizzati dalla Gfg Consulting sono tutto questo: prestigiosi e finalizzati a creare un senso di comunità e di condivisione, per la crescita umana e professionale di chi vi partecipa.
Ci vediamo a Torino, tra pochi giorni.
E non faremo le mummie!

LA GESTIONE DELLE RIUNIONI

Consulenze, Corsi, Eventi

Chi è chiamato a gestire riunioni, in qualsiasi contesto avvengano, non ha un compito facile, anzi. Deve prendere le redini e tenerle ben strette, controllando i tempi, gli interventi e il rispetto dell’ordine del giorno. Non sono ammesse “debolezze” perché potranno incidere sull’efficacia delle riunioni e sulla credibilità di chi le gestisce.
Ne parleremo e lavoreremo sui modi ottimali di gestione delle riunioni con docenti delle scuole del bolognese. Quattro incontri per affinare gli strumenti comunicativi che ognuno di noi ha ma che spesso non conosce o non sa usare.

Torna il Safety Expo a Bergamo

Collaborazioni, Corsi, Eventi

Il 21 e 22 settembre sarò a Bergamo in qualità di relatore all’importante e prestigioso Safety Expo, dedicato alla salute e sicurezza sul lavoro e organizzato dalla società Informa.
Parlerò dell’importanza della comunicazione nelle aziende per la prevenzione degli incidenti.
Tutto esaurito agli incontri, testimonianza di quanto sia sentito questo argomento dai responsabili della sicurezza.

UN RIMPATRIATA TRA AMICI

Biografia, Eventi, Riflessioni

Era il Gennaio del 1994 e, grazie al compianto amico Mario Pogliotti, grande giornalista e autore televisivo (fu lui assieme a Bruno Voglino a scoprire, ad esempio, Massimo Troisi), tendemmo “un trappolone” a Piero Angela.
Approfittando di una sua presenza a una conferenza, lo invitammo con Mario a bere e mangiare qualcosa nel nostro mitico Caffè teatro Duit, tappa ormai d’obbligo delle personalità del mondo della cultura e dello spettacolo di quegli anni.
Ma lì c’erano, guarda caso, una pedana, una tastiera e un microfono ai quali Piero Angela non seppe resistere, complice il bel clima intimo che si viveva nel nostro locale.
Si esibì, tra l’incredulità e l’emozione dei presenti, assieme a Mario, ricostituendo dopo tanti anni, per pochi meravigliosi minuti, parte di un gruppo di amici che fece epoca a Torino negli anni ‘50 e’60, con anche Enzo Tortora e Fred Buscaglione e quella fu ed è una delle ciliegine miliari sulla torta della nostra carriera. La scenografia di Milo Manara a fare da sfondo. Che film.
Non amò questa foto e ci rimproverò bonariamente, dicendo che era una rimpatriata tra amici e tale doveva rimanere e aveva ragione ma come resistere a immortalare un momento del genere?
“Una rimpatriata tra amici” e che amici…

Sabato 2 luglio, si andrà in alto

Eventi

Sabato sera, nella bella piazza Chanoux di Aosta, avrò il piacere di condurre, assieme a Luca Della Porta, “Asta in piazza” l’affascinante manifestazione internazionale di salto con l’asta che ritorna dopo “la pausa” di due anni.
Sarà una festa dello sport (ai massimi livelli, considerato che l’evento è valido per le qualificazioni ai mondiali di atletica di luglio) e dell’associazionismo che il vulcanico patron Fulvio Assanti ha coinvolto in pieno.
Spettacolo, sport e aiuto alle Onlus.
Ah, anch’io andrò a 5 metri di altezza come gli atleti e senza l’asta. Leviterò…senza trucchi e senza inganni.
Non venite che poi mi toccherà guardarvi dall’alto in basso.

La scuola che sogno

Consulenze, Corsi, Eventi, Riflessioni

Ho appena terminato una fantastica esperienza con un Istituto comprensivo di Roma.
Docenti straordinari, motivati, desiderosi di crescere personalmente e professionalmente, per il bene loro, dei ragazzi e della scuola.
Neanche le pause volevano fare, tanto era la voglia di partecipare in maniera interattiva.
Ecco, quando si parla di intelligenza emotiva, si parla di questo. La consapevolezza di dover e poter migliorare, per brancolare sempre meno nel buio.
Perché l’insegnante è per i bambini e i ragazzi un faro nella notte. Deve sempre essere illuminato e indicare la rotta.