No, la fortuna e il fato non sono dispositivi di sicurezza.

Consulenze, Corsi, Riflessioni

Le recenti tragedie accadute (funivia del Mottarone e i vari incidenti mortali) e quelle che si registrano purtroppo ogni giorno sul lavoro, ci insegnano ancora una volta che l’affidarsi alla fortuna, al fato o all’esperienza non solo non basta a evitare incidenti più o meno gravi ma rappresenta esso stesso elemento di pericolo. Ecco perché occorre lavorare sulla consapevolezza e sulla responsabilizzazione delle figure della sicurezza. La percezione del rischio non è solo un fattore probabilistico ma anche e soprattutto emozionale. Ognuno di noi interpreta un rischio che accada un incidente secondo la propria percezione che è diversa da quella degli altri. E’ da questa considerazione che occorre partire per una prevenzione più efficace.
Le figure della sicurezza devono quindi lavorare sulla propria consapevolezza e su quella degli altri, per una comunicazione più persuasiva.
Lo devono fare, per loro e per tutti i lavoratori.

Comunicare meglio, per un senso di riscossa

Consulenze, Corsi, Eventi, Riflessioni

Il 2020 è stato uno shock, da non crederci. Tutto fermo, si viaggiava a vista, non si vedeva a un metro di distanza.
Il 2021 non ci sta regalando sensazioni diverse, anche se abbiamo maggiore consapevolezza sul viaggio che stiamo intraprendendo. Consapevolezza e voglia di rinascere, di reagire.
Si moltiplicano le consulenze a professionisti, imprenditori, docenti, manager, i corsi agli insegnanti desiderosi di rialzarsi assieme agli studenti, gli incontri virtuali nelle aziende, segno tangibile di una voglia assoluta di equipaggiarsi per ritornare a navigare in mare aperto.
L’atmosfera è positiva e questo contribuisce a darci maggiore energia, per diradare la nebbia che ci circonda
Vogliamo rialzarci e lo stiamo facendo, con difficoltà ma con tanta forza.
Sì, ci siamo.

La comunicazione dell’ amministratore di condominio

Corsi, Eventi

Giovedì 1 aprile, dalle 15.30 alle 17.30, assieme al collega Marco Pietroforte, sarò formatore nel corso di aggiornamento per amministratori di condominio organizzato dall’Apice di Roma.
Intervistati da Domenico Sarcina, parleremo degli strumenti comunicativi che l’amministratore deve necessariamente conoscere ed usare per un rapporto migliore e più efficace con i condomini.

Appuntamento da non perdere.

Per iscrizioni (gratuite)
info@apiceitalia.it

Vi aspettiamo

La palestra dell’ intelligenza emotiva, per vivere meglio.

Corsi, Eventi, Riflessioni

Si allenano nella mia palestra virtuale; sono imprenditori, dipendenti pubblici e privati, manager, studenti, pensionati, insegnanti, politici, tutti accomunati da un desiderio: quello di allenare la propria intelligenza emotiva per vivere meglio, con se stessi e con gli altri.
Adoro chi si mette in gioco.

Alleniamo l’intelligenza emotiva, per vivere meglio

Consulenze, Corsi, Eventi, Riflessioni

Per migliorare nelle relazioni con gli altri occorre conoscere e allenare la propria intelligenza emotiva.
Una bassa capacità di riconoscere e comprendere le emozioni proprie e quelle degli altri, porta infatti a brancolare nel buio della quotidianità relazionale e spesso, per questo motivo, ci sentiamo disorientati, incompresi.
Allenare la nostra intelligenza emotiva è pertanto indispensabile.
Venendo nella mia palestra virtuale, si lavorerà con un percorso personalizzato, secondo le proprie caratteristiche.
Sarà come se si andasse in palestra ma con esercizi affatto faticosi, anzi, spesso anche divertenti.
Vi aspetto, quindi, per imparare a comunicare meglio con gli altri, partendo da se stessi, per vivere meglio.

La sicurezza a scuola e la comunicazione del rischio

Corsi, Eventi

La percezione del rischio dipende da fattori razionali, come l’uso della probabilità e della logica, ma anche fortemente dalle emozioni che giocano quindi un ruolo importante nella percezione stessa.
C’è pertanto una forte componente soggettiva.
Quanto è importante, per le figure della sicurezza sul lavoro, avere questa consapevolezza e saper quindi comunicare in modo efficace la propria percezione del rischio e il potenziale pericolo?
Domani e dopodomani ne parlerò e lavorerò con un centinaio di preposti di istituti scolastici: dirigenti amministrativi, docenti, personale ATA.
Perché lavorare sulla propria e altrui comunicazione è determinante nella prevenzione degli incidenti sul lavoro.

La comunicazione persuasiva per una prevenzione più efficace.

Corsi, Eventi

La necessità del rispetto delle misure di prevenzione degli incidenti sul lavoro è vissuta spesso, nei contesti professionali, con insofferenza. Per i responsabili della sicurezza è così obiettivamente difficile far rispettare le misure di prevenzione, viste come un peso. A volte, i rapporti si incrinano proprio su discussioni relative alla necessità di prestare attenzione e di assumere alcuni atteggiamenti precauzionali.
Le varie figure professionali previste dalla legge sono così vissute, da colleghi e sottoposti, negativamente, a volte addirittura con fastidio.
Del resto, la percezione del rischio dipende da fattori razionali, come l’uso della probabilità e della logica, ma anche fortemente dalle emozioni.
Le emozioni giocano un ruolo importante sia nel far capire l’entità del rischio, sia nel percepirlo. Ecco perché non bisogna fermarsi alle proprie sensazioni per convincere gli altri ad avere la medesima percezione.
Non bastano la competenza e l’esperienza “tecnica”.
Occorre sapere comunicare bene, con efficacia persuasiva, modulando il proprio atteggiamento in ragione dell’interlocutore e delle sue esigenze.
Il corso intende far acquisire tali capacità, essenziali per capire gli altri, conquistarne l’attenzione e modificarne la percezione del rischio.

Valido come Aggiornamento per RSPP, ASPP, Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, Formatori e Coordinatori sicurezza cantieri (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

La prevenzione degli incidenti a scuola, con la comunicazione

Consulenze, Corsi

Migliaia di docenti, responsabili amministrativi e di studenti, decine di dirigenti scolastici a fare, assieme a me, un percorso per la prevenzione degli incidenti nelle scuole. Perché la prevenzione la si fa anche con un’adeguata consapevolezza e con la capacità di comunicare. Avanti tutta.

Maledetto Covid, non ci avrai!

Corsi, Eventi

Continuano con successo gli incontri virtuali con centinaia di insegnanti delle scuole italiane. Il virus ci sta impedendo di farlo dal vivo e noi ci siamo adattati per viverci per il momento virtualmente, in attesa ci si possa incontrare e abbracciare. Il clima è eccezionale, la voglia di crescere tutti assieme è alle stelle, nonostante tutto ciò che si sta vivendo. Gli incontri con 200 insegnanti alla volta non ci fermano e non ci impediscono di relazionarci. La tecnologia è prodigiosa e tocca a noi riuscire a comunicare anche in questo modo, perché la scuola, i bambini, i ragazzi, lo meritano e lo meritano gli insegnanti per poter vivere questo lavoro che è ancora prima una missione, con maggiore incisività e serenità.

Avanti tutta. Maledetto Covid, non ci avrai!