Alleniamo l’intelligenza emotiva, per vivere meglio

Consulenze, Corsi, Eventi, Riflessioni

Per migliorare nelle relazioni con gli altri occorre conoscere e allenare la propria intelligenza emotiva.
Una bassa capacità di riconoscere e comprendere le emozioni proprie e quelle degli altri, porta infatti a brancolare nel buio della quotidianità relazionale e spesso, per questo motivo, ci sentiamo disorientati, incompresi.
Allenare la nostra intelligenza emotiva è pertanto indispensabile.
Venendo nella mia palestra virtuale, si lavorerà con un percorso personalizzato, secondo le proprie caratteristiche.
Sarà come se si andasse in palestra ma con esercizi affatto faticosi, anzi, spesso anche divertenti.
Vi aspetto, quindi, per imparare a comunicare meglio con gli altri, partendo da se stessi, per vivere meglio.

L’intelligenza emotiva: per sentirsi realizzati nella vita privata e in quella professionale

Riflessioni

L’intelligenza emotiva incide al 60% (Daniel Goleman parla dell’80% in campo professionale) nella nostra vita private e lavorativa, eppure o non lo sappiamo perché non la conosciamo oppure, pur conoscendola, la trascuriamo.
Le principali abilità personali (dal modo di comunicare con gli altri, alla gestione del tempo e dello stress, la responsabilità, la consapevolezza e tante altre) dipendono dall’intelligenza emotiva, ecco perché occorre conoscerla e allenarla.
Questo vale per tutti: adulti, bambini e ragazzi, manager, dirigenti, docenti, dipendenti, imprenditori, atleti professionisti, eccetera.
Prima si comincia e prima si inizierà a diradare la nebbia fitta che avvolge la nostra quotidianità relazionale.

La consapevolezza è il segreto per vivere meglio

Biografia

Nessuno è perfetto (intendo caratterialmente) e meno male. Che noia sarebbe essere perfetti. E poi cosa vuol dire essere perfetti? E’ giusto ed è un bene che ognuno di noi sia diverso dall’altro. Anzi, la perfezione sta proprio nella diversità.
Ciò che è importante è, invece, cercare di avere la consapevolezza di noi, di come siamo, delle nostre emozioni, del modo di viverle ed esprimerle, di come agiamo, di come parliamo, di come ci esprimiamo. La consapevolezza: è lei il segreto per cercare di vivere meglio, con se stessi e con gli altri, sapendo che è impossibile piacere a tutti e che questa realtà non deve comunque essere un alibi per fare spallucce e non guardarci dentro, per migliorare e stare meglio. Sbaglieremo e ancora sbaglieremo, sbanderemo e ancora sbanderemo ma non ci arrenderemo mai nel limare, smussare, correggere la rotta, per volerci sempre più bene e per rispettare gli altri.
Sì, la consapevolezza è il mezzo per essere amati ed amare, veramente.