LA SPERANZA NON MUORE MAI?

Riflessioni

Secondo Martin Seligman “papà” della psicologia positiva, le nostre generazioni sono molto più depresse e pessimiste di quelle di cento anni fa. Dato statistico e sociale che di primo acchito stona, considerando la miseria, le malattie, le guerre, le sofferenze che imperversavano in quell’epoca.
Eppure è proprio così.
La spiegazione sta nella radicalizzazione di una visione di vita sempre più individualista e egoista che lascia poco spazio al senso di comunità e di aiuto reciproco.
Conseguenza: quando si è in difficoltà ci si sente sempre più soli, abbandonati, in balìa degli eventi.
Viene meno la speranza e quando cessa la speranza…

Alleniamoci a essere ottimisti

Corsi

“Un pessimista è uno che crea difficoltà dalle sue opportunità e un ottimista è colui che crea opportunità dalle sue difficoltà” Harry Truman

“L’ottimista è quello che vede nella grandine una buona partenza per un mojito” Anonimo

“Quando ti si chiude una porta, riaprila perché è così che funzionano le porte.” Albert Einstein

Affermazioni serie, semi serie e divertenti che hanno comunque un minimo denominatore: l’ottimismo come caratteristica vincente per superare difficoltà e delusioni.

Partendo da questa considerazione, dopo il successo degli incontri torinesi dello scorso inverno e della scorsa primavera, riprendo con Progetto Angelica il percorso sulla comunicazione, allenandoci, in questa occasione, all’ottimismo flessibile. Non quindi una visione positiva della realtà priva di ogni fondamento ma la capacità di reagire e di comportarsi di conseguenza, valutando i fatti con saggezza e positività, per una vita più serena.

Sappiamo quanto tutti noi abbiamo bisogno di essere ottimisti per avere più energia, entusiasmo e prepararci alle nostre belle sfide quotidiane, in famiglia e sul lavoro.
Ci alleneremo ad esserlo e, come sempre, lo faremo in allegria.

Nessuno si pensi immune dal bisogno di allenarsi all’ottimismo. Lo stile esplicativo di ognuno di noi va affinato ed attrezzato, sempre, per non scivolare sulla proverbiale buccia di banana.

Affronteremo il tema sabato 29 settembre, con inizio alle 9.30 e fine alle 13.30, a Torino al bellissimo centro Spazio Uno di via Tabacchi Odoardo 33.

Il costo per la partecipazione all’incontro è di 50 euro.

Per informazioni:
Cell. ‭348 0818127‬
Email:
info@progettoangelica.it
claudiocalicom@gmail.com

Stiamo tornando, quale motivo migliore per essere ottimisti?

Come pensi, così stai

Corsi

Per ragioni ataviche di sopravvivenza siamo tendenzialmente portati a leggere le vicende della nostra quotidianità in maniera negativa, pessimistica. Per cambiare la colonna sonora della nostra vita ed abbandonare quella dei film horror che ci attanaglia l’esistenza, ci si può allenare. Perché per imparare a dialogare con gli altri bisogna iniziare a saperlo fare con noi stessi. Si impara ad essere più ottimisti, divertendosi. Cosa si vuole di più…